Archivi categoria: Cinema

Amici miei

“Che cos’è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d’esecuzione.”

Il Perozzi

Amici miei è un film italiano del 1975 diretto da Mario Monicelli.

Unitamente ad altre famose pellicole dello stesso periodo, segna l’inizio di un ciclo nuovo e conclusivo di quel genere cinematografico meglio conosciuto come commedia all’italiana.

Nel film ha origine il termine supercazzola, utilizzato nel gergo comune per indicare un giro di parole privo di alcun senso,fatto allo scopo di confondere le idee al proprio interlocutore.

Il film è uscito nelle sale italiane il 15 agosto 1975.

Nei dieci anni a seguire usciranno i due sequel Amici miei atto II e Amici miei atto III, quest’ultimo diretto da Nanni Loy.

E’ la storia di quattro amici cinquantenni – che poi diventano cinque – che coltivano l’antico gusto toscano delle burle ora estrose, ora crudeli.

Li tiene insieme la voglia di giocare e di non prendere nulla sul serio, nemmeno sé stessi.

Nel corso del film i cinque colpiscono chiunque si presti alle ferocissime burle da loro chiamate zingarate, dall’irruzione in una festa, alla messinscena che fa temere agli abitanti di un paesello.

L’amarezza, il disincanto, la fine delle illusioni di benessere e le tensioni sociali che caratterizzano l’Italia degli inizi degli anni settanta fanno la loro comparsa anche in questo genere comico e di costume. La risata piena si vela di tratti malinconici e tristi, i personaggi rimangono comici ma diventano amari e patetici. Scompaiono definitivamente il lieto fine e il finale leggero o comunque umoristico e lasciano il posto alla precarietà di una condizione umana spesso senza prospettiva.


Eternal Sunshine of the Spotless Mind

“Beati gli smemorati, perché avranno la meglio anche sui loro errori”

Mary, citando Friedrich Nietzsche-

Se mi lasci ti cancello (Eternal Sunshine of the Spotless Mind) è un film del 2004 diretto da Michel Gondry, con Jim Carrey e Kate Winslet.

Il titolo italiano è stato fortemente criticato in quanto non richiama quello originale e non si adatta alla raffinatezza e all’impegno del film, facendolo apparire quello che non è, ovvero una tipica e spensierata commedia americana.

Joel Barish (Jim Carrey) e Clementine Kruczynski (Kate Winslet) si incontrano per la prima volta sulla spiaggia a Montauk, New York, e si innamorano in poco tempo. Dopo due anni di una turbolenta relazione finiscono per smettere di essere innamorati. Clementine scopre il servizio Lacuna Inc., una clinica in grado di cancellare ricordi specifici dalla mente di una persona. Clementine sceglie di far cancellare Joel dalla sua mente, eliminando anche tutti i ricordi collegati alla loro storia d’amore. Quando Joel il giorno dopo la cerca per rappacificarsi con lei, Clementine non ricorda assolutamente chi egli sia. Joel si informa e scopre la Lacuna, e sceglie anche lui di far cancellare Clementine dalla sua mente, consegnando loro tutti gli oggetti in qualche modo collegati alla loro relazione…

I quattro protagonisti principali, donano a questa commedia una sostanziosa dose di profondità e di spessore. I personaggi sono reali, veri e credibilissimi; non solo per il trucco usato sul set che è pressoché assente ma soprattutto per le varie sfaccettature caratteriali che li rendono umani. Ciascuno dei protagonisti lascia trasparire le sue angosce, i suoi dolori e le sue debolezze. Wood è il perfetto ritratto di un ragazzino represso, solo e frustrato mentre la Dunst è una giovane sensibile, coraggiosa e con il cuore lacerato. Jim Carrey è bravissimo nell’impersonare Joel, un uomo malinconico, semplice e sognatore che viene completamente travolto dal ciclone Clementine, ragazza carismatica interpretata da una sbalorditiva Kate Winslet, vera sorpresa di questo film. Un uragano di irriverenza e di eccentricità caratterizzano il personaggio della Winslet (da sempre una delle migliori attrici di Hollywood) che appare quasi irriconoscibile a causa del look volutamente trasandato.